Incubo Alcaraz, i tifosi sono col fiato sospeso Incubo Alcaraz, i tifosi sono col fiato sospeso

Incubo Alcaraz, tifosi col fiato sospeso: cosa succede

L’infortunio patito da Carlos Alcaraz in quel di Rio de Janeiro continua a destare preoccupazione: emergono delle novità mediche

In questo momento, nello staff di Carlitos Alcaraz, a tutto si sta pensando tranne al pericolo – più che concreto – che Jannik Sinner possa sopravanzare in classifica il fenomeno spagnolo alla fine delle due settimane scarse trascorse ad Indian Wells, teatro del prestigioso BNP Paribas Open, primo dei due Masters 1000 sul cemento americano.

Incubo Alcaraz, i tifosi sono col fiato sospeso
Preoccupano le condizioni di Carlos Alcaraz (Ansa Foto) – Padeltaste.com

Per quanto sia incredibile che l’iberico, suo malgrado, possa dire, la sera del 17 marzo – ultimo giorno della kermesse – di aver dilapidato un vantaggio di oltre 1000 punti sull’azzurro in poco meno di due mesi, ora i pensieri corrono ad altro. C’è l’infortunio di Rio de Janeiro con cui fare i conti. Quindi innanzitutto ad Indian Wells tocca arrivarci. E anche in buone, se non ottime, condizioni, se non si vuole compromettere una parte di stagione cruciale per tanti motivi.

In primo luogo bisogna evitare della ricadute, e tornare a giocare con continuità. In secundis, bisogna dare una risposta sul campo, al di là di quello che dirà il ranking dopo la competizione californiana, non solo all’arrembante altoatesino, ma anche a Novak Djokovic, il principale rivale di Carlitos nella lunga stagione sulla terra che prenderà il via ad aprile. Le prospettive, considerando il tipo di tennis e le innumerevoli sollecitazioni fisiche alle quali è sottoposto il talento di Murcia col suo gioco, non sono esattamente rosee.

Alcaraz, lo staff medico trova delle contromisure: basteranno?

Le cronache tennistiche delle ultime settimane hanno dimostrato una cosa. Ovvero che tutti stanno prestando una grande attenzione agli infortuni patiti e ai fastidi sofferti, preferendo saltare direttamente interi tornei (come scelto da Medvedev per Rotterdam e per Doha) piuttosto che correre rischi inutili. La stessa accortezza usata da Matteo Berrettini per un rientro in campo che era sembrato non poter arrivare mai, è lì a dimostrare questo assunto.

Incubo Alcaraz, i tifosi sono col fiato sospeso
Carlos Alcaraz, ecco gli accorgimenti in vista di Indian Wells (Ansa Foto) – Padeltaste.com

Ecco, al momento la distorsione laterale della caviglia destra sofferta dall’ultimo campione di Wimbledon nel corso del terzo gioco contro Thiago Monteiro, nell’ATP 500 di Rio, non metterebbe in dubbio la sua presenza per Indian Wells. Ma lo staff del numero 2 del mondo ci sta andando comunque coi piedi di piombo.

Secondo le ultime indiscrezioni riferite dal giornalista José Moron, è emerso che all’iberico è stato applicato un bendaggio funzionale a far sì che il legamento della caviglia soffra il meno possibile. La fasciatura verrà indossata e tenuta da Alcaraz, che non scenderà più in campo fino all’esibizione di Las Vegas contro Nadal, per tutto il tempo necessario. Anche negli incontri del Masters 1000 che lo scorso anno vinse in finale dominando Daniil Medvedev.

Difficile, se non quasi impossibile, per Carlitos, ripetersi nel 2024. A meno che il dolore non scompaia del tutto…

Impostazioni privacy