Dramma Alcaraz, tifosi increduli Dramma Alcaraz, tifosi increduli

Dramma Alcaraz: i tifosi non ci vogliono credere

Infortunato alla caviglia destra nel corso del primo match a Rio de Janeiro, Carlos Alcaraz fa i conti coi postumi dello stop

Inutile nascondersi: non è certo un periodo felice per Carlos Alcaraz, il giovane talento spagnolo che negli ultimi mesi del 2023 e in questo avvio di 2024 ha deluso le attese di chi aveva immaginato epici scontri per la supremazia contro Novak Djokovic e contro Jannik Sinner, che dal torneo di Pechino dello scorso ottobre sta dominando la scena del circuito.

Dramma Alcaraz, tifosi increduli
Carlos Alcaraz, arrivano aggiornamenti sul recupero dall’infortunio (LaPresse) – Padeltaste.com

Eliminato in semifinale alle ATP Finals di Torino a novembre, fuori ai quarti a Melbourne nello scorso gennaio, e sconfitto in semifinale a febbraio a Buenos Aires, dove lo scorso anno trionfò, il nativo di Murcia sta perdendo colpi soprattutto dal punto di vista dello status meritatamente acquisito un anno fa proprio di questi tempi.

Il giocatore scintillante – l’unico in grado di fermare il fuoriclasse di Belgrado nei tornei dello Slam vincendo la finale di Wimbledon – ammirato per la prima parte abbondante della scorsa stagione pare essersi smarrito. Eccesso di presunzione, dice qualcuno, o semplicemente un calo nella tenuta mentale duranti gli incontri, dicono altri. Sta di fatto che mentre la stella di Jannik Sinner si è elevata fino al firmamento supremo del tennis mondiale, il suo astro è in fase calante, come dimostra in modo impietoso la situazione di classifica.

Col ritiro, dopo appena due game, dal match contro Thiago Monteiro a Rio, il fenomeno iberico ha visto assottigliarsi a 535 punti il suo vantaggio in classifica rispetto all’arrembante Sinner. Che ora potrebbe scavalcarlo al secondo posto del ranking semplicemente facendo meglio di lui al BNP Paribas Open – meglio conosciuto come Indian Wells – che si svolgerà dal 6 al 17 marzo.

Le condizioni di Alcaraz: gli accorgimenti per evitare dolore e ricadute

La distorsione laterale alla caviglia destra rimediata sulla terra brasiliana ha messo giustamente in apprensione lo staff del campione, nonché lo stesso tennista. Al di là dei punti (300) che l’iberico non ha potuto difendere dopo la finale dello scorso anno – con relativa impossibilità matematica di riguadagnare la prima posizione del ranking almeno fino a dopo Miami – c’è preoccupazione per la tenuta fisica in vista del Masters 1000 della California.

Dramma Alcaraz, tifosi increduli
Lo staff del campione spagnolo ha stabilito il trattamento post-infortunio (LaPresse) – Padeltaste.com

Dal quartier generale del tennista è emerso che è stato applicato un bendaggio funzionale per far soffrire il meno possibile il legamento della caviglia.È stata applicata una fasciatura che Alcaraz manterrà nelle prossime settimane, fino a che il dolore non sarà completamente scomparso, anche nel corso dei match che verranno giocati.

La presenza nella prestigiosa kermesse nella quale è chiamato a difendere i 1000 punti ottenuti grazie alla vittoria nel 2023, non è in dubbio. Ma è ovvio che, qualora dovesse battagliare per ore e ore contro gli ambiziosi rivali, il fastidio potrebbe tornare a farsi sentire. Non proprio il massimo, per usare un eufemismo, in vista della non lontana stagione sulla terra rossa, quando Carlitos dovrà confermare gli ottimi risultati ottenuti un anno fa.

Impostazioni privacy